Gen 212017
 

Dunque, perché sono una convinta sostenitrice degli Ebook e praticamente ormai leggo solo libri digitali?

Forse perché sto festeggiando i miei oltre sessant’anni di lettura ininterrotta e compulsiva. Forse perché, al ritmo di almeno tre libri alla settimana, ormai ne ho divorati all’incirca 20.000. Che ho puntualmente stivato e accumulato nelle librerie. Per cui, primo risultato: casa mia è invasa in ogni angolo da questa montagna di carta. I libri stanno in doppia, tripla fila, uno sopra all’altro. Spostandoli con qualche inevitabile trasloco, ho perso traccia di dove si trovino certi libri. All’inizio erano ben sistemati per tipologia, categoria, lingua, autore…. ma poi… prendine uno al volo, lascialo sul tavolino da notte, riponilo dopo un bel po’, non ti ricordi bene dove… e gli amici che guardano, pescano, curiosano, non rimettono a posto. Chiedono in prestito. Non restituiscono. Qualcuno che, anche, ruba i libri. Non parliamo delle operazioni di spolvero e riordino. Del tempo che chiedono. E di dove si mettono i nuovi acquisti, quando nel rispettivo reparto lo spazio è ormai esauritissimo.

Insomma, avete capito. Librerie ingestibili. Se cerco un libro, due volte su tre non lo ritrovo. Oppure ci perdo talmente tanto tempo e fatica che faccio prima a ricomprarlo. Sì, avete capito bene. E poi umidità, polvere, tanta polvere. Libri ingialliti, fragili. E anche puzzolenti per l’umidità (alla faccia del piacere della fragranza della carta… Sì, come no. Proprio fragranti). Libri con le copertine scollate, deformati dall’essere rimasti immobili per decenni su uno scaffale. Bah. Rimane il piacere del ritrovare le mie note a matita, le sottolineature (rigorosamente a matita, si capisce), certo.

Ma come prendere nota di parti di testo che mi interessano o voglio citare in un articolo, ad esempio? Fotocopie? Carta, altra carta.

Non ci siamo più. Sono troppo abituata alla tecnologia digitale: copia, incolla, archivia ordinatamente. Fai ricercare dal computer. O dal web.

Passare al digitale è stato un passaggio obbligato, per me, all’incirca da quando ho scoperto il primo personal computer, con il processore Intel 8086. Poi sono arrivati i database, e i WordProcessor sempre più evoluti. E poi Internet, il WEB, Wikipedia. Un universo spalancato. Per non parlare dei notebook, che ti seguono ovunque, e infine degli Smartphone. E ancora i tablet, e i Reader…

Non c’è storia. Non c’è confronto possibile per chi abbia provato, realmente provato, a fruire fino in fondo di queste meraviglie tecnologiche. Forse, per apprezzarle veramente, bisogna aver vissuto in epoche in cui non esistevano.

Nessuno può contestare l’indiscutibile superiorità tecnologica dell’ebook. E’ più economico, più comodo, più veloce, più funzionale, come buona parte del consumo culturale in digitale. Lo streaming musicale ha reso immediatamente obsoleti i cd, la lettura delle notizie online sta soppiantando il mondo dell’editoria tradizionale. E allora, perché diamine con i libri questa rivoluzione già annunciata non si compie ancora completamente?

Riassumo qui di seguito quelli che questo bell’articolo, Perché scegliere l’eBook?, indica come vantaggi dell’Ebook:

Continue reading »

 21 Gennaio 2017
Gen 212017
 

Gentili lettori, avrete sicuramente notato che il blog della New Problem Solving Srl, ossia quello in cui ora vedete pubblicato questo articolo, non viene aggiornato da tempi… biblici.

In effetti l’avevo creato insieme al sito, nel lontano 2008, con l’idea di arricchirlo con molti articoli… ma poi la mia complessa attività mi ha travolta e mi sono dedicata a mille altre incombenze. Tra cui, soprattutto, il lancio del blog della nostra divisione editoriale ClassivaViva (http://www.classicaviva.com/blog) che è oggi, a giudicare da quel che ne dicono gli altri, il blog più letto e conosciuto sulla musica classica.

Ma nelle mie tumultuose attività quotidiane emerge da sempre il desiderio di registrare in qualche modo le idee e le conoscenze che scaturiscono in continuazione dalla mia quotidiana esperienza di studio e di lavoro. E moltissime riguardano l’attività informatica, il mio core business. La New Problem Solving, appunto. E allora, animo, mi sono detta. Peschiamo un bel secchio di voglia di fare dal pozzo del coraggio e cominciamo a scrivere per questo blog. Cercherò di mettere a disposizione delle persone interessate informazioni e spunti che mi vengono alla mente, di volta in volta. Vita da CEO…

Cercherò di raccontarvi anche come si svolge la mia vita da CEO, in concreto. Immagino che qualcuno sarà curioso di sapere cosa faccia un CEO, in realtà. Un CEO donna, poi. Anomalia assoluta, nel nostro ambiente informatico. Come vive, cosa fa una che è riuscita in qualche modo a sfondare il soffitto di cristallo (o almeno, ad avvicinarvisi). Cosa pensa, come si rapporta al proprio staff. Come si aggiorna. Come si documenta. Come si organizza. Cosa legge. Bene, eccomi qui. Ci proverò. Cominciando dalle recensioni ai tanti utilissimi libri, che, a centinaia, affollano i miei scaffali elettronici.

Eh, già. Perché da qualche anno, assediata da montagne di libri cartacei accumulati in una vita di letture compulsive, sono passata agli Ebook. Ho scelto Amazon e la tecnologia Kindle per l’efficienza e l’infinito catalogo. Ma questo è un altro discorso. Ve ne parlerò in un prossimo post. Per ora, gentili lettori, grazie per la pazienza… e ARRIVEDERCI A PRESTISSIMO!

Ines Angelino

CEO New Problem Solving S.r.l.

 21 Gennaio 2017

Ma cos’è il Problem Solving?

 


problem solvSi parla parecchio di questa metodologia informatica… ma in cosa consiste?

Ovviamente, la traduzione letterale dall’inglese ci indica una banale “Soluzione dei problemi”. La letteratura ne fornisce le definizioni più svariate, noi intendiamo  un insieme di attività finalizzate a migliorare il funzionamento di un processo  aziendale, o parte di esso: l’utilizzo efficace delle tecnologie dell’Informazione nella risoluzione dei problemi

Ma come possiamo sintetizzare un processo che porti alla “Soluzione del problema”?

 Proponiamo il seguente rapido schema:

  • Individuare il problema 

  • Analizzarlo in tutti i suoi particolari

  • Progettare le possibili soluzioni, studiando accuratamente il “bonus” e il “malus” di ciascuna

  • Condividere la soluzione con il team che prende le decisioni aziendali 

  • Mettere in pratica la soluzione individuata

Su ciascuno di questi punti ci sarebbe moltissimo da ragionare, ma vediamo di esporre brevemente le linee guida alle quali si attiene da anni la nostra Società.

Schematizzando, la fase più difficile è quella iniziale: spesso l’azienda non si rende chiaramente conto di avere un problema, almeno finchè lo stesso non ha impatti evidenti. In molti casi più che di “problema”, possiamo parlare di “esigenza”: ci si rende conto di doversi attivare per migliorare un processo critico, ma non è chiaro dove o come intervenire.

L’analisi  può quindi essere impegnativa. E’ luogo comune ritenere che l’automazione di un processo sia un modo per ottenere migliori risultati. In realtà spesso accade che l’analisi rilevi l’opportunità di rivedere o modificare il processo organizzativo stesso, proprio per consentirne la più efficace automazione al minor costo.

La fase di progettazione è ovviamente la più creativa e stimolante. Spesso è necessario proporre all’azienda soluzioni innovative che soddisfano esigenze delle quali non si era magari ancora resa conto. Qui è fondamentale il ruolo del consulente, che non deve limitarsi ad analizzare, ma deve interpretare, intuire e progettare anche con fantasia, in ogni caso essere estremamente creativo, anche se sempre rispettoso delle esigenze del cliente.

La progettazione va tradotta in documenti chiari, ben strutturati ed esemplificati, non trascurando alcun aspetto del progetto. 

La realizzazione va seguita nel rispetto dei tempi, con cura ma anche con flessibilità, recuperando eventualmente anche quei dettagli che in fase di analisi non erano emersi.

La formazione è uno degli aspetti comunemente più trascurati, mentre dal nostro punto di vista è uno dei più importanti per il successo di un intervento. Su richiesta possiamo quindi organizzare workshop divulgativi e sessioni di training ed education finalizzate non solo all’apprendimento delle pure modalità operative, ma anche e soprattutto a comprendere a fondo i modelli e il potenziale delle soluzioni implementate.


 Metodologia dell’intervento di New Problem Solving S.r.l.

  • Siamo un team di professionisti convinti che il consulente debba calarsi nella realtà del cliente per capire e risolvere i suoi problemi. 
  • Il nostro obiettivo non è la vendita del nostro tempo, ma la cessione delle nostre competenze, con la formula dell’affiancamento operativo finalizzato al trasferimento del know-how.

  • La nostra collaborazione è modulare: si può limitare all’analisi e al disegno della soluzione, estendersi alla realizzazione di parte della stessa, o arrivare fino alla soluzione “chiavi in mano”.

Per un problema da risolvere con uno strumento informatico, la nostra Società stende in linea di massima una macro-analisi dei punti d’intervento, da condividere e discutere con il team che prende le decisioni aziendali e, solo dopo averla condivisa,  procede alla stesura di una micro-analisi, completa in ogni minimo dettaglio

La microanalisi  porta a strutturare un’offerta, completa di tempi e costi per la realizzazione della soluzione informatica concordata.

Servizi

 

Anche se questa seconda eventualità non è la prioritaria comunque molti uomini anche giovani a volte sentono il bisogno di una maggiore sicurezza sessuale in più. Il Levitra Originale non originale ha la medesima composizione interna del prodotto commercializzato da Bayer da quasi 10 anni, come tutte le forme generiche, ma il segno della sanità, lontano dalla portata di bambini. Spesso in età molto avanzata, se farmaco per erezione durevole viene applicato allo stomaco l’effetto si raggiunge ben oltre velocemente e con più efficacia, è in grado di risolvere la disfunzione erettile.


radioI nostri servizi di consulenza:

Ott 082008
 

Diapositiva21piccolaEcco un altro articolo che parla del nostro workshop di Milano:http://www.area-press.eu/ap_notizie/4663-Web_2-0_e_marketing-_quando_l%92informatica_sposa_la.html Comunicati stampa inviato da: Lidia Pregnolato Web: 11/03/2008

Web 2.0 e marketing: quando l’informatica sposa la cultura e il business

120.000 nuovi blog ogni giorno, 13,6 milioni di italiani collegati alle community virtuali, +23% di internauti nel 2007: queste alcune delle cifre che rendono l’idea dell’ampiezza della crescita del fenomeno web 2.0, che si configura come la nuova frontiera della partecipazione alla Società dell’Informazione.

L’Italia resta indietro in termini di banda larga e di e-commerce, ma il popolo di internet aumenta vertiginosamente, e con esso la valenza della rete in termini di business: è del +43,4% la crescita della pubblicità sul web nel 2007, mentre prendono sempre più piede le metodologie legate specificamente ai meccanismi delle community. Viral marketing, posizionamento sui motori di ricerca, blog aziendali sono i nuovi strumenti che permettono di veicolare contenuti e messaggi con fattori moltiplicativi potenzialmente esponenziali. E tutto ciò si fonda sul nuovo paradigma della centralità dell’utente, delle sue preferenze, delle sue opinioni, come soggetto attivo – e non più solo passivo – della comunicazione.

Questo è stato l’argomento del workshop “Il web marketing con le tecnologie del web 2.0”, presentato a Milano da New Problem Solving con Assintel (Associazione nazionale delle imprese ICT), attraverso il quale si è tratteggiato uno scenario complesso e strategico per le aziende.

Il nuovo modello, che integra concetti e strumenti diversi, trova un esempio paradigmatico in ®ClassicaViva, progetto innovativo legato alla musica classica. Questo infatti riunisce in un’unica filiera produttiva – che fa capo ad un portale (www.classicaviva.com) – tutti i vari momenti della creazione di nuove opere musicali: dalla scelta della composizione, al reperimento di nuovi artisti per eseguirla, alla registrazione, alla pubblicazione in formato digitale, alla diffusione per mezzo di Internet tramite un blog e alla vendita tramite un catalogo di E-Commerce, che presenta anche proposte si concerti da organizzare.

***Assintel è l’associazione nazionale di riferimento del settore ICT e aderisce a Confcommercio. Scopo di Assintel è rappresentare le imprese associate presso autorità, enti e istituzioni nazionali e internazionali, tutelarne gli interessi, erogare servizi specifici a loro supporto e farsi portavoce delle esigenze delle diverse tipologie di aziende che operano nel mercato ICT. Assintel rappresenta infatti il luogo d’incontro tra le piccole, le medie e le grandi aziende ICT, interpretando le esigenze dell’intera filiera di partnership, dagli operatori globali a quelli locali.

New Problem Solving S.r.l. è una società di consulenza informatica ed aziendale, specializzata nello sviluppo di strategie e progetti di comunicazione on-line, web marketing, knowledge management, editoria elettronica e content management. Collabora da molti anni con grandi Aziende, nell’ambito della consulenza in ambito sistemistico, di sviluppo applicativo e organizzativo e Groupware, nell’Amministrazione dei Server e nello sviluppo e manutenzione di applicazioni Lotus Domino, nella formazione degli utenti all’uso di strumenti di informatica distribuita.Ha costituito una divisione editoriale che opera col marchio ClassicaViva.

Stampa il comunicato

 8 Ottobre 2008
Ott 012008
 

Ecco il primo video del Workshop tenuto a Milano il 6 marzo 2008 da New Problem Solving S.r.l., in collaborazione con Assintel, sul Web marketing con le tecnologie del WEB 2.0.

Relatore: Ines Angelino

 

Chi siamo

 

NewProblemSolvingSrl Via Altino, 11 – 27020 DORNO (PV)
Iscritta nel Registro Imprese di Pavia
al n. 23582

C.F. e P. IVA 01976020188
 pienosocio_ar

 

Siamo una società di consulenza informatica ed aziendale

  • New Problem Solving S.r.l. è una Società di consulenza che sposa le conoscenze organizzativo-aziendali a quelle informatiche, con una visione globale dei problemi che consente proposte e soluzioni realmente efficaci ed aderenti alla realtà aziendale.
  • New Problem Solving S.r.l., grazie alla sua quasi ventennale esperienza di fornitore di grandi multinazionali come il Gruppo Zurich, è in grado di affiancare e aiutare le Aziende nelle loro ristrutturazioni organizzative, che incidono sui ruoli e sulle funzioni individuali e collettive, imponendo l’adozione di strumenti atti a coordinare il lavoro svolto da più persone.
  • Forniamo quindi servizi in Outsourcing per l’implementazione di attività specifiche che richiedono figure professionali specializzate per le quali le aziende non hanno skill specifici al proprio interno, oppure per progetti specifici di elevata complessità ma a termine, come processi di rollout delle apparecchiature informatiche e dei sistemi, a partire dal project management fino all’help desk finale verso gli utenti.
  • Abbiamo una esperienza di moltissimi anni di collaborazione con grandi Aziende, non solo nella fornitura di servizi in Outsourcing, ma anche nell’ambito della consulenza in ambito sistemistico e nell’Amministrazione dei Server, nello sviluppo applicativo Groupware, nello sviluppo e manutenzione di applicazioni Lotus Notes Domino e nella formazione degli utenti all’uso di strumenti di informatica distribuita.
  • Disponiamo di tecnici altamente specializzati che possono seguire i nostri clienti direttamente presso la loro sede per la realizzazione di task e progetti sia sistemistici che di sviluppo nei principali ambienti oggi utilizzati.
  • Siamo specializzati nello sviluppo applicativo WEB, in strategie e progetti di comunicazione on-line, web marketing, knowledge management, editoria elettronica e content management.
  • Operiamo soprattutto a Milano e nell’Italia settentrionale.
  • Siamo membri della Rete Cortile Servizi che opera in provincia di Pavia.
  • Ci avvaliamo della collaborazione di professionisti ed esperti nelle varie discipline della consulenza e della realizzazione di soluzioni informative ed informatiche, sia nell’ambito applicativo, che sistemistico ed infrastrutturale, che della formazione.
  • Dal 2004 abbiamo dato vita ad una rivoluzionaria iniziativa editoriale e di promozione musicale on-line della musica classica italiana nel mondo: la Divisione Editoriale della società, che opera col marchio registrato “ClassicaViva”, in collaborazione con esperti del settore editoriale e musicale.

 

Per ulteriori dettagli su questo aspetto societario vi invitiamo a visitare i siti


http://
www.classicaviva.com
http://www.classicaviva.com/blog
http://concerti.classicaviva.com
http://www.classicaviva.eu/catalog

http://radio.classicaviva.com
http://recordingstudio.classicaviva.com
http://www.classicaviva.com/videolezioni/

Profilo della Società

  • New Problem Solving S.r.l. nasce nel 1992, come Problem Solving S.n.c, dalla fusione di esperienze e competenze diverse, avendo come specifico oggetto sociale quello di operare nel settore della consulenza aziendale strategica e informatica e nella formazione.
  • Dal 2004 opera col marchio registrato “ClassicaViva” nel settore dell’editoria musicale e dell’e-commerce.
  • Il focus attuale è rivolto all’ambito dei servizi in Outsourcing, della consulenza strategica ed operativa per la comunicazione sul WEB, soprattutto con le nuove tecnologie del WEB 2.0, e alla creazione di progetti WEB di tipo dinamico-interattivo ed editoriale (siti di E-commerce con tecnologia MySQL, webzines e blog aziendali, applicazioni WEB based “ad hoc”, ecc.).
  • La lunghissima esperienza maturata in ambito del Groupware, in particolare di Lotus Notes Domino, nonché delle delle reti Internet e Intranet, fa di New Problem Solving S.r.l. il partner ideale per la consulenza e lo sviluppo in questi ambienti.

I nostri obiettivi

  • Risolvere i problemi del cliente, utilizzando le nuove metodologie di lavoro e di trattamento delle informazioni (Intranet, Internet, WEB 2.0, Groupware), integrandole nei sistemi informativi aziendali, fornendo supporto al management e agli utenti nei progetti di migrazione verso nuove strutture organizzative e tecnologie informatiche.
  • Trasferire tempestivamente il costante aggiornamento sulle tecnologie emergenti nella realtà aziendale dei clienti,  affiancandoli nelle scelte strategiche ed operative e nella realizzazione materiale dei progetti, al fine di utilizzare rapidamente e con efficienza le nuove strutture organizzative ed informatiche.
  • Fornire Servizi di Outsourcing.
  • Fornire Servizi di Knowledge Management specializzazione informatica che si occupa di gestione e distribuzione delle informazioni.
  • Fornire innovativi e completi servizi di Web Marketing.
  • Fornire servizi di consulenza  e di formazione sull’uso  di applicativi ed ambienti come Microsoft Office, Lotus Notes, Internet, disegnando e personalizzando i corsi in funzione delle specifiche esigenze e conoscenze di ogni utente.